http://www.studiodellunto.eu/wp-content/themes/fullscreen
altro

Rightbox

10 Giugno 2019

Tempi dei pagamenti della PA: entro 30 giorni con la Legge Europea 2018 (Legge n. 37 dell’11 maggio 2019)

Il 26 maggio 2019 è entrata in vigore la Legge Europea 2018, al fine di porre rimedio ad una serie di procedure di infrazione avviate da Bruxelles contro l’Italia per il mancato o il non completo rispetto della normativa comunitaria in materia di tempi di pagamento e appalti. Secondo la Commissione Europea, il Codice degli Appalti italiano finora ha violato la Direttiva 2011/7/UE sui ritardi nei pagamenti, che impone alle autorità pubbliche di eseguire i pagamenti non oltre 30 giorni o, in casi singolarmente motivati, 60 giorni dalla data di ricevimento della fattura o, se del caso, al termine della procedura di verifica della corretta prestazione dei servizi. La nuova disposizione prevede la regola del pagamento entro 30 giorni decorrenti dall’adozione di ogni stato di avanzamento dei lavori (SAL).  Tuttavia, in casi eccezionali giustificati dalla natura particolare del contratto o da talune sue caratteristiche, il contratto può prevedere un diverso termine comunque non superiore ai 60 giorni. E’ inoltre previsto, simmetricamente, l’inserimento obbligatorio di apposite penali contrattuali per il caso di ritardo dell’appaltatore nell’esecuzione del contratto di appalto, fino ad un 10% del valore netto dell’appalto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *