http://www.studiodellunto.eu/wp-content/themes/fullscreen
altro

Rightbox

10 Giugno 2019

Riforma del terzo settore: nuovi profili di responsabilità degli amministratori (circolare del CNDCEC, Aprile 2019)

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è news-5-11.jpg

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili ha recentemente aggiornato la propria precedente circolare con l’obiettivo di approfondire i diversi aspetti interessati dalla riforma, nel tentativo di coadiuvare gli operatori del settore nell’assunzione delle scelte fondamentali connesse all’entrata in vigore della riforma. Tra gli aspetti di maggior interesse che caratterizzano la riforma del Terzo Settore si segnala l’art. 28 del nuovo codice, dettato in materia di responsabilità degli amministratori degli enti non profit. Al fine di valutare gli eventuali profili di responsabilità in capo a tali soggetti, la norma, in sostanza, abbandona il vecchio parametro costituito dal rapporto di mandato, per avvicinarsi alla disciplina dettata per le società per azioni. Infatti, se in origine l’amministratore di un ente non profit rispondeva sotto il profilo civilistico secondo le tipiche regole del mandato, ad oggi, la perimetrazione dei confini entro i quali può operare una sua responsabilità è estremamente difficile e quindi soggetta anche a possibili interpretazioni estensive. L’art. 28, invero, richiamando quanto prescritto dall’art. 2392 del c.c. apre la porta a concetti che se in ambito societario hanno una loro logica, nell’universo del Terzo Settore rischiano di mettere in grave difficoltà gran parte degli attuali amministratori di associazioni, cooperative sociali, aps, ecc. Quest’ultimi, come precisato dalla norma, qualora si accerti che non hanno adempiuto i loro doveri, rispondono non soltanto verso i terzi ma anche nei confronti degli associati e dell’ente stesso con la diligenza richiesta dalla natura dell’incarico e dalle loro specifiche competenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *